Voltura

Cosa ti serve per richiedere la voltura

- un tuo documento d'identità
- il tuo codice fiscale
- il numero di utenza
- l'autolettura aggiornata del contatore (non serve in caso di utenza a bocca tarata)
- il titolo di possesso e dati catastali dell'immobile
- l'indirizzo di recapito della fattura di conguaglio finale di chi lascia l'unità immobiliare.


Se l'intestatario del contratto di fornitura è deceduto e tu sei erede o convivente nell'ambito dello stesso nucleo familiare, puoi volturare il contratto a tuo nome senza oneri aggiuntivi.

- il documento dell'amministratore di condominio o di cha titolo per effettuare la richiesta,
- il codice fiscale dell'amministratore di condominio o di chi ha titolo per effettuare la richiesta, 
- il verbale di nomina dell'amministratore,
- il numero di utenza, 
- l'autolettura aggiornata del contatore (non serve in caso di utenze a bocca tarata),
- i dati fiscali del condominio.

- un documento d'identità del rappresentante legale o di chi ha titolo per effettuare la richiesta
- il codice fiscale del rappresentante legale o di chi ha titolo per effettuare la richiesta
- il numero di utenza
- l'autolettura aggiornata 
- i dati fiscali dell'azienda
- l'indirizzo di recapito della fattura di conguaglio finale di chi lascia l'unità immobiliare.


N.B. Ti ricordiamo che in caso di fusione o incorporazione è necessario fare una voltura per cambiare l'intestatario del contratto.


N.B. Se sei titolare di un'azienda zootecnica, potrai volturare la tua utenza solo presso lo sportello più vicino al tuo Comune.

Come inviare la  tua richiesta