Approfondimenti Gas

Liberalizzazione mercato gas

Dal 1° gennaio 2003 tutti i Clienti possono scegliere il proprio venditore di gas  ovvero la società a cui affidarsi per la gestione commerciale della propria fornitura.

Nel caso in cui la famiglia o l’impresa non abbiano esercitato la propria facoltà di scegliere, potranno continuare a essere servite dal proprio tradizionale fornitore e a pagare il gas in base alle condizioni economiche standard definite dall' l'Autorità per l'energia elettrica e il gas e il sistema idrico.

Tale regime economico di erogazione della fornitura è chiamato “Servizio di tutela”, servizio che l’esercente della vendita è, comunque, tenuto ad offrire alle tipologie di clienti indicate nella delibera dell’AEEG 64/ 09.

Copertura assicurativa per i clienti finali contro gli incidenti da gas.

Chiunque usi, anche occasionalmente, gas metano o altro tipo di gas fornito tramite reti di distribuzione urbana o reti di trasporto, beneficia in via automatica di una copertura assicurativa contro gli incidenti da gas, ai sensi della deliberazione 223/2016/R/gas dell’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico.

La copertura assicurativa è valida su tutto il territorio nazionale; da essa sono esclusi:

  • i clienti finali di gas metano diversi dai clienti domestici o condominiali domestici dotati di un misuratore di classe superiore a G25 (la classe del misuratore è indicata in bolletta); 
  • i consumatori di gas metano per autotrazione.

Le garanzie prestate riguardano: 

  • la responsabilità civile nei confronti di terzi, 
  • gli incendi e gli infortuni, che abbiano origine negli impianti e negli apparecchi a valle del punto di consegna del gas (a valle del contatore). 

L’assicurazione è stipulata dal CIG (Comitato Italiano Gas) per conto dei clienti finali.

Per ulteriori dettagli in merito alla copertura assicurativa e alla modulistica da utilizzare per la denuncia di un eventuale sinistro si può contattare lo Sportello per il consumatore di energia al numero verde 800. 166. 654 o con le modalità indicate nel sito internet www.autorita.energia.it.

Allegati:

Contratto di assicurazione

Modulo denuncia sinistro

Se avete denunciato un sinistro da incidente da gas e desiderate ricevere informazioni sullo stato della pratica telefonate al Numero Verde CIG 800929286 e digitate il tasto 1.

Il numero verde CIG è attivo dal Lunedì al Giovedì dalle ore 9,00 alle 12,00 e dalle ore 14,00 alle 17,00; il Venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,00 e dalle ore 14,00 alle ore 16,00.

Il servizio viene sospeso in alcuni periodi dell'anno, generalmente coincidenti con periodi di festività o vacanza.

Le informazioni sullo stato delle pratiche aperte possono essere richieste anche a mezzo di posta elettronica all’indirizzo assigas@cig.it fax al numero 0252037621

Accertamenti Sicurezza Post Contatore

Procedure di analisi sulla sicurezza per gli impianti interni di utenza alimentati a gas.

 La Delibera 40/14  dell’Autorità  per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico prevede l'obbligo di accertamento documentale della sicurezza per gli impianti interni di utenza alimentati a gas per mezzo di reti e le procedure necessarie per l’attivazione della fornitura, fermo restando quanto previsto da altre leggi e norme tecniche vigenti. 

La delibera si applica a tutti gli impianti interni di utenza alimentati a gas per mezzo di reti con esclusione di quelli destinati a servire cicli produttivi industriali o artigianali.

 L'inizio della erogazione del gas è subordinato all'esito positivo dell'accertamento di conformità della documentazione di sicurezza attestante la rispondenza dell'impianto di utenza alle vigenti disposizioni.

 La modulistica deve essere compilata e sottoscritta dal cliente e dall'installatore, ciascuno per le parti di propria competenza e trasmessa alla società di distribuzione.

 Il cliente finale dovrà consegnare al distributore i moduli H e I che troverà di seguito, debitamente compilati e firmati.

 L'accertamento è di competenza delle società di distribuzione, tenuta all’obbligo di subordinare l'inizio dell'erogazione del gas all'esito positivo dell'accertamento della documentazione che attesti, nel rispetto della normativa vigente, la corretta esecuzione dell'impianto.

Procedura per l’attivazione della fornitura di gas per un nuovo impianto* ovvero per l'attivazione o riattivazione della fornitura di gas per impianti modificati** o trasformati***:

 

 Allegato F

Allegato informativo per richieste di preventivazione di lavori pervenute al venditore

Allegato G

Procedura per l'attivazione o riattivazione della fornitura gas

Il cliente finale dovrà consegnare al distributore i seguenti moduli (Allegato H e Allegato I) debitamente compilati e firmati.

Scambio di Informazioni fra Operatori

Indirizzi utili per le comunicazioni dei Distributori di gas naturale

In ottemperanza a quanto disposto dalla delibera dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas n. 294/06, si rende noto l’indirizzo di posta elettronica switching.gas@pec.aceaenergia.it e il numero di fax 0657993356, da utilizzare a partire dal 1 luglio 2007, a cui inviare le comunicazioni tra operatori finalizzate all'effettuazione:

• delle prestazioni di qualità commerciale previste dall’allegato alla delibera 574/2013dell’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico richieste da clienti finali allacciati ad una rete di distribuzione di gas naturale, ivi inclusi i clienti finali alimentati in media o alta pressione;

• della sostituzione del venditore nella fornitura di gas naturale ai sensi della deliberazione n. 138/04.

Si rende noto che non saranno prese in considerazione comunicazioni di reclamo o comunque non inerenti a quelle sopra elencate.

In questa sezione informativa, destinata ai clienti finali di gas naturale, sono riportate le disposizioni del Decreto 27 dicembre 2013 del Ministero dello Sviluppo Economico in merito al Piano di emergenza del sistema nazionale del gas naturale per far fronte alla mancanza di copertura del fabbisogno di gas naturale in caso di eventi sfavorevoli conseguenti:

• a condizioni climatiche avverse durante ciascun periodo invernale 

oppure 

• a inattese riduzioni degli approvvigionamenti di gas naturale.

Il Piano di Emergenza definisce la tipologia e le modalità di attuazione degli interventi e individua le imprese del gas naturale e gli operatori del settore del gas naturale e dell’energia elettrica responsabili della loro attuazione.

 Per maggiori informazioni puoi scaricare l’allegato A al Decreto Ministeriale 27 dicembre 2013

Allegato A Decreto Ministeriale 2013.pdf