I Nasoni

I romani lo chiamano affettuosamente Nasone ed è molto diffuso nella capitale con oltre 2.000 esemplari. È  la fontanella dalla caratteristica forma cilindrica installata in tante piazze e vie della città. Di solito è in ghisa, ma alcuni modelli sono in travertino e esistono rari esemplari come quella a tre cannelle a forma di drago risalente al 1872 come quello di via della Cordonata, nelle vicinanze di via Nazionale. L’acqua potabile che erogano è la stessa distribuita da Acea nelle case dei romani da circa 100 anni. Nel centro storico della capitale sono installati oltre 200 nasoni e circa una novantina tra fontane e fontanelle artistiche dalle quali sgorga sempre acqua potabile. Tra quelle più conosciute, segnaliamo la Barcaccia a piazza di Spagna e la fontanina incassata nel muro in via della Fontanella Borghese. 
Acea cura da sempre questo prezioso patrimonio storico e sociale conosciuto in tutto il mondo, nato per portare l’acqua potabile nelle borgate della città.

 

Acqua, bene prezioso
L'acqua è una risorsa da salvaguardare, ridurne il consumo è la più importante forma di risparmio. 

Leggi i nostri consigli per un uso più attento