Progetti di ricerca e sviluppo

Acea Ato 2,  al fine di razionalizzare i processi operativi, nel 2015  ha completato il passaggio ai nuovi sistemi informativi ed ha avviato il Progetto Workforce Management – WFM

Il nuovo sistema consente, in funzione della tipologia di intervento previsto, di selezionare il tecnico più vicino e di indirizzarlo tempestivamente sul luogo in cui è necessario. Tutto ciò si traduce nella razionalizzazione dei tempi di spostamento e in un incremento delle performance e della qualità del servizio. Acea Ato 2 porta avanti anche attività di studio delle reti di distribuzione per la ricerca di perdite idriche, condotte in collaborazione con la società Acea Elabori. Le attività sono concentrate sulla risoluzione di specifiche problematiche presso i comuni di Velletri e Oriolo Romano e, a Roma, presso i Municipi XIV e XV. Acea Ato 2 prosegue anche nell’attività di digitalizzazione delle reti idrosanitarie con l’inserimento dei dati nel sistema informativo GIS - Geographic Information System45. 

  • Monitoraggio satellitare delle aree di salvaguardia prevede l’utilizzo di una tecnologia innovativa basata sul confronto di immagini ad alta definizione riprese in tempi diversi da satelliti in orbita intorno alla Terra, consentendo di individuare cambiamenti anche minimali sulla superficie terrestre intervenuti dopo un lasso di tempo predefinito
  • Aggiornamento dei modelli di afflussi e deflussi dei bacini fognari finalizzato alla simulazione del comportamento dei sistemi di drenaggio urbano in condizioni particolari come gli eventi pluviometrici
  • Applicazione di tecniche di precipitazione per la rimozione del fosforo
  • Nuovi processi di trattamento delle acque reflue
  • Sperimentazione condotta presso l’impianto di depurazione Roma Nord per l’ottimizzazione del processo di nitrificazione con sistemi automatici di controllo dell’ossigenazione, che contempla anche la valutazione dei consumi energetici
  • Sperimentazione di nasi elettronici per il monitoraggio delle emissioni odorigene presso gli impianti di depurazione e trattamento delle acque reflue, finalizzata ad ottimizzare ed integrare le metodologie attualmente in uso (metodi chimici o sensoriali off-line)
  • Progetto RoMA (Resilience Enhancement of Metropolitan Area) cofinanziato dal MIUR nel quadro delle azioni di sostegno alle “Smart Cities and Communities”, volto alla realizzazione di sistemi tecnologici integrati in grado di garantire la disponibilità dei servizi erogati nei grandi sistemi metropolitani