Acea Camp 2016: la conferenza stampa della II edizione

L’Acea Camp nasce da un progetto di Carlton Myers, promosso da Acea in collaborazione con il Coni e patrocinato da Roma Capitale, con lo scopo di coinvolgere bambini e ragazzi delle periferie di Roma e dare loro la possibilità di conoscere e sperimentare diverse discipline sportive, nonché di individuare futuri talenti in uno o più degli sport proposti, con l'intento di far vivere lo sport in modo unico e farlo diventare un motore di integrazione e promozione sociale dei più giovani.Durante la conferenza stampa, nella Sala della Armi del Parco del Foro Italico, sono intervenuti a illustrare la manifestazione Catia Tomasetti, presidente Acea; Raffaella Spada Alessio Francodell’Istituto Medicina e Scienza dello Sport  “A. Venerando” del Coni Roma e Carlton Myers, direttore sportivo Acea Camp.

L'edizione 2016 dell'Acea Camp, che ha avuto inizio lunedì 13 giugno e terminerà venerdì 22 luglio 2016, vede la partecipazione di 1800 alunni delle scuole elementari e medie, di età compresa tra i 6 e i 14 anni, provenienti dai poli scolastici di Roma che hanno aderito al bando del Dipartimento Servizi Educativi e Scolastici, Politiche della Famiglia, dell’Infanzia e Giovanili, Promozione dello Sport e Qualità della Vita.I bambini e le bambine, ogni settimana, dalle 8.30 alle 16 avranno la possibilità di praticare le 10 discipline del Camp: Rugby, Tennis, Pallavolo, Pallacanestro, Nuoto, Atletica, Scherma, Calcio, Baseball, Danza.

Grazie al grande successo del progetto dello scorso anno, per la seconda edizione di “Acea Camp” è stata  più che raddoppiata la proposta, passando da 800 bambini a 1800 e aumentata la durata di 2 settimane, rispetto alle 4 settimane dello scorso anno, con l’integrazione di due nuove discipline sportive:  il calcio e la danza. Il venerdì di ogni settimana, invece di praticare una disciplina, tutti i ragazzi si ritrovano all'interno della Sala delle Armi dove avranno la possibilità di incontrare un campione olimpico che attraverso la propria storia metterà in evidenza gli importanti valori dello sport  e,  nello stesso tempo, grazie alla collaborazione della  Medicina dello Sport, ci sarà la presenza di un professionista che spiegherà a tutti i partecipanti, insieme al campione, l'importanza durante la vita sportiva dei seguenti temi: acqua, sana alimentazione, attività sportiva e prevenzione.

Gli obiettivi di Acea Camp 2016

· Offrire ai bambini/e ed i ragazzi/e un modo sano e divertente per trascorrere in città le prime settimane di vacanza dopo la chiusura delle scuole.
·  Educare a praticare sport per il benessere psicofisico.
·  Promuovere la pratica sportiva e la conoscenza di diverse discipline.
·  Avvicinare i giovani alla cultura dello sport e ai valori che esprime.
· Far conoscere ai più giovani, oltre all'aspetto mediatico dello sport, l'impegno, i sacrifici e la determinazione necessaria per raggiungere obiettivi importanti.
·  Tradurre in pratica la “forza sociale” dello sport, soprattutto per gli adolescenti: dal momento di aggregazione e divertimento alla opportunità di crescita in un ambiente sano e lontano da comportamenti a rischio.
· Individuare un “talento” donando una “borsa di studio” presso una società sportiva dove potrà continuare un percorso sportivo specifico sulla disciplina per il quale si è distinto, sia a livello motorio, che tecnico/attitudinale.

La presidente di Acea Catia Tomasetti presenta Acea Camp