Basilica di San Pietro

La nuova illuminazione artistica di via della Conciliazione e di piazza San Pietro

Risparmio di circa il 60% del consumo di energia

Oltre 100 sono le lampade a led installate, in occasione dell’apertura della Porta Santa del 7 dicembre, in via della Conciliazione e a piazza San Pietro, punto di ritrovo di migliaia di fedeli provenienti da tutto il mondo. Le attività di progettazione e realizzazione del nuovo impianto sono state effettuate dai tecnici di Acea Illuminazione Pubblica, in collaborazione con il Governatorato di San Pietro e il Comune di Roma. I lavori si sono conclusi in meno di sei mesi. L’innovativa tecnologia a led ha migliorato la visibilità notturna, valorizzandone la bellezza del sito.

Tutti i punti luce sono stati dotati di una integrazione di potenza, che consente di variare la diffusione dell’illuminazione – attraverso la tecnica della cosiddetta dimmerazione - a seconda delle condizioni di oscurità o in funzione di particolari occasioni. Ad esempio, in presenza di grandi assembramenti di folla, l’illuminazione complessiva degli spazi urbani e architettonici potrà essere particolarmente aumentata, con effetti significativi sulla visibilità notturna e sulla sicurezza. La nuova tecnologia a led porterà anche vantaggi dal punto di vista della sostenibilità ambientale: si passa infatti da una potenza impegnata di 32 kW a 13 kW, con un risparmio di circa il 60% del consumo di energia.

La nuova illuminazione a led di piazza San Pietro e di via della Conciliazione rappresenta la prosecuzione e il completamento degli interventi già effettuati lo scorso dicembre da Acea sulla facciata e sulla cupola della Basilica. Nel corso dell’anno, Acea ha progettato e realizzato la riqualificazione illuminotecnica di altri importanti monumenti della città di Roma, come la Fontana di Trevi, i Fori Imperiali e la Colonna Traiana, la Basilica di Santa Maria Maggiore,