Mercato libero o maggior tutela? Ecco la differenza e quale conviene

Mercato libero o maggior tutela? Ormai da alcuni anni si parla spesso di questo tema, eppure per molti è un argomento ancora un po’ oscuro. Proviamo allora a fare chiarezza per non lasciare spazio a dubbi su quale sia esattamente la differenza tra mercato libero e maggior tutela.

Come è noto, l'unica strada per essere certi di prendere una decisione giusta quando ci si trova di fronte a diverse opzioni di scelta, è quella di informarsi il più possibile sulle varie alternative, in modo da ridurre la possibilità di commettere errori. Proprio per questo motivo, con questa guida cercheremo di guidarti nella scelta tra mercato libero e tutelato, partendo da una spiegazione chiara e con parole semplici della differenza tra l'uno e l'altro. E non ci fermeremo qui: metteremo in luce anche i vantaggi di uno e dell'altro sistema, e infine spiegheremo le caratteristiche delle offerte per il mercato libero di Acea Energia.

Maggior tutela o mercato libero: ecco cosa cambia    

In Italia convivono due differenti tipologie di mercato. La differenza tra le due, però, spesso non viene compresa dai consumatori. Non è certo un caso se ancora oggi, dopo parecchio tempo dall'introduzione del mercato libero, molti cittadini non sanno assolutamente cosa scegliere tra le offerte riguardanti l'energia elettrica del mercato libero o tutelato.

La decisione di per sé, non è affatto difficile come potrebbe sembrare, e per fortuna non serve essere degli ingegneri energetici per venirne a capo. È sufficiente capire nel concreto qual è la differenza tra mercato libero o a maggior tutela.

Partiamo dal mercato tutelato dell'energia. Si tratta del mercato "storico", che per anni è stato anche l’unico possibile. In poche parole, le condizioni economiche contrattuali attraverso le quali i consumatori hanno accesso all'energia sono fissate a priori dall'Autorità per l'Energia. Da qui, per l'appunto, l'accostamento al termine "tutela": l'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambienti (ARERA) calibra a cadenza trimestrale i prezzi dell'energia, in base al valore delle materie prime sul mercato. Va sottolineato, per chiarezza, che l'ARERA è di fatto l'evoluzione della vecchia AEEGSI (Autorità per l'energia elettrica gas e sistema idrico).

Passiamo ora al mercato libero: questo è nato in seguito alla liberalizzazione del mercato, avviata vent'anni fa con il decreto Bersani e terminata due anni fa con l'approvazione del ddl Concorrenza. Il concetto di base è molto semplice: in un mercato libero i prezzi sono dettati dalle singole società elettriche, e non più da un'autorità statale. Proprio per questo motivo, in una logica di libero mercato, i prezzi sono il frutto della competizione tra le società.

Va però sottolineato che, in ogni caso, i costi relativi alle imposte, ai contatori e alle reti restano uguali in entrambi i regimi, e che dunque a variare sono solamente i prezzi relativi ai servizi di fornitura e alla commercializzazione delle bollette. Non è tutto qui: per garantire una corretta gestione dei prezzi, anche nel mercato libero è stato istituito un sistema di vigilanza, gestito dall'ARERA in collaborazione con l'Antitrust: l'obiettivo, chiaramente, non è quello di frenare il mercato libero, quanto invece quello di garantire fino in fondo la tutela dei diritti dei consumatori.

I principali vantaggi del mercato libero rispetto al mercato tutelato dell'energia sono fin da subito chiari: la libera concorrenza innesca l'adozione di politiche commerciali incentrate sulla competitività dei prezzi. Se ne deduce, quindi, che le offerte del libero mercato sono di solito più vantaggiose per il consumatore finale rispetto a quelle del servizio di maggior tutela.
 

energia mercato libero


La fine del servizio di maggior tutela

I cittadini italiani non si troveranno a dover scegliere tra l'energia del mercato libero o tutelato ancora per molto tempo: il servizio di maggior tutela, infatti, doveva scomparire già nel luglio 2019, salvo ottenere poi un altro anno di vita. Il nuovo termine sembra però essere definitivo: a partire da luglio 2020 esisterà solamente il mercato libero. Questo significa che, dall'estate 2020, tutti i consumatori entreranno in questa nuova tipologia di mercato.

La scelta che si presenta ora ai consumatori, quindi, è se passare immediatamente al mercato libero, scegliendo per esempio di abbandonare il servizio a maggior tutela per scegliere una delle offerte Acea Energia, oppure se rimandare l'uscita dal mercato tutelato, sapendo però fin d'ora che questo passo dovrà essere fatto inevitabilmente entro giugno 2020 (se questo sarà confermato come termine ultimo).

Quella del mercato libero, quindi, è una scelta sì prorogabile, ma non evitabile. A questo si aggiunge il fatto che, conti alla mano, la domanda “energia elettrica: meglio mercato libero o tutelato?” sembra avere una risposta piuttosto chiara, con il mercato libero a presentare ottime opportunità di risparmio.
 

Abbandonare il servizio maggior tutela con Acea Energia      

Come visto, le tariffe del mercato tutelato cambiano ogni tre mesi, rendendo difficilmente prevedibile la spesa in bolletta, sia per le famiglie che per le imprese. Affidandosi a un fornitore del mercato libero come Acea Energia e lasciandosi alle spalle la maggior tutela è invece possibile accedere a dei prezzi bloccati o indicizzati, e quindi decisamente più stabili nel tempo. E non è tutto qui: le offerte Acea Energia per i clienti del mercato libero non si limitano a presentare prezzi convenienti e fissi, ma si impegnano anche a garantire trasparenza e semplicità. La possibilità, sia per i clienti residenziali che per le piccole e medie imprese, è quella di poter verificare il prezzo in ogni momento.

La tua decisione tra mercato libero o maggior tutela dovrebbe essersi fatta ormai più semplice. E non temere, per lasciare il servizio di maggior tutela con Acea Energia non dovrai fare altro che sottoscrivere un nuovo contratto di fornitura, e sarà Acea Energia stessa a occuparsi di tutto (gestendo quindi anche la disdetta del contratto precedente). Tutto quello che devi fare, quindi, è scegliere tra le nostre offerte Luce e Gas quella che si adatta di più alle tue esigenze, con la garanzia di un risparmio sicuro (e senza nessuna interruzione del servizio).

Scopri tutti i vantaggi delle offerte Luce e Gas di Acea Energia e passa al mercato libero.

 

chiudi
Entra in MyAcea

Gestisci in totale autonomia il tuo contratto dall’area clienti

Attiva
la Bolletta Web

Paga
una fattura

Comunica
l'autolettura

Sottoscrivi
un nuovo contratto

 

Non sei registrato a MyAcea?

Crea adesso il tuo account.
Ci vorranno solo pochi minuti.

Registrati