Assistente vocale e smart speaker per la tua casa connessa: ecco cosa devi sapere

Garantire la massima efficienza alla propria smart home tramite l’assistente vocale è un traguardo al quale stanno puntando con sempre più insistenza i colossi della domotica. Poter vivere una casa connessa e sempre più tecnologica è un obiettivo che passa attraverso queste due semplici parole. Vediamo allora qual è il miglior assistente vocale in commercio, quali funzioni e impostazioni ha, come attivarlo e disattivarlo e in cosa si differenzia da uno smart speaker.

Assistente vocale: cos’è e come funziona

Un assistente vocale è un software capace di interagire con gli umani, dai quali riceve comandi e ai quali rende la vita più confortevole. Si tratta, dunque, di un’intelligenza artificiale presente all’interno di un dispositivo con cui è possibile “dialogare” utilizzando un linguaggio naturale e che ha il compito di fornire il maggior numero di informazioni possibili al consumatore digitale.

Tanto più l’intelligenza artificiale è avanzata e la qualità dei dati forniti è elevata, quanto più l’assistente vocale è di qualità. Il software, inoltre, impara. Grazie all’uso quotidiano, nostro e di migliaia di altri utenti, l’intelligenza artificiale apprende e fornisce risposte sempre migliori e più performanti.

Smart speaker: cos’è

Cos’è e come funziona uno smart speaker? Si tratta di un dispositivo hardware dotato di microfono, cassa audio, connessione Wi-Fi e un sistema software di intelligenza artificiale. L’assistente vocale è invece il software di AI che comanda lo smart speaker. Questo permette al dispositivo di capire il linguaggio naturale e, di conseguenza, di compiere le azioni richieste.

Smart speaker: come funziona

Il meccanismo di funzionamento di uno smart speaker non è complesso. L’intelligenza artificiale permette di recepire e comprendere il comando vocale, tradurlo in bytes e fornire risposte adeguate alla richiesta. Il dispositivo memorizza la richiesta dell’utente tramite algoritmi specifici che garantiscono il funzionamento del software. Dopo averla memorizzata, è in grado di restituire risposte mirate. Per riuscire a soddisfare al meglio la richiesta dell’utente, è indispensabile una corretta localizzazione. L’esperienza utente è migliore se l’assistente è in grado di riconoscere facilmente la sua voce in base al Paese in cui viene messo in commercio.

Assistente vocale e smart speaker per casa

Smart speaker: a cosa serve

Qual è l’utilità degli smart speaker? Gli smart speaker servono a migliorare l’ambiente casalingo, rendendo la propria casa intelligente. Tramite il riconoscimento vocale permettono di migliorare i comfort domestici. Consentono dunque di creare un sistema domotico, che si realizza attraverso la gestione coordinata di tutti i dispositivi. Grazie agli smart speaker, infatti, è possibile programmare l’accensione o lo spegnimento delle luci e del sistema di riscaldamento, programmare la tv e svolgere tutte quelle operazioni necessarie per rendere la tua smart home connessa.

Integrare uno smart speaker nella propria casa significa domotica intelligente e costi contenuti: il più grande vantaggio dello smart living infatti è proprio il risparmio energetico. Dare un taglio agli sprechi in bolletta diventa molto più semplice se si scelgono le migliori offerte Luce Acea Energia e si gestiscono i consumi tramite una casa intelligente.

 

Differenze tra assistente vocale e smart speaker

Lo smart speaker è un dispositivo fisico equiparabile a una cassa bluetooth, è l’hardware, ovvero il device che contiene l’intelligenza artificiale. All’interno dello smart speaker è ospitato l’assistente vocale, ossia il software che permette di interagire col dispositivo utilizzando la voce. L’assistente vocale, quindi, è il software che comprende il linguaggio umano e favorisce la comunicazione.

Riassumendo, dunque, si può affermare che la scelta dell’acquisto di uno smart speaker per la propria casa intelligente, dipende da due fattori. Oltre alle caratteristiche tecniche è fondamentale valutare l’assistente vocale integrato. Le funzionalità dello smart speaker dipendono proprio da quest’ultimo.

I Voice Assistant sono già conosciuti da chiunque abbia uno smartphone: l’assistente vocale per Android, per esempio, sarebbe l’assistente vocale Google, attivabile grazie alla frase “Ok Google!”. Ancora più famosa è Siri, assistente vocale dei prodotti Apple presente anche negli smart speaker Apple.

Smart speaker Google o Alexa? Qual è il migliore smart speaker?

In Italia i due smart speaker più diffusi sono sicuramente Amazon Echo e Google Home. Tra i due smart speaker, quale scegliere? È meglio l’assistente Google o Alexa? Amazon Alexa è l’assistente vocale di Amazon Echo e degli altri dispositivi della famiglia Amazon (Amazon Echo, Echo Dot, Echo Flex e Echo Show). È stata presentata in Italia due anni fa e ha conquistato gli italiani grazie alla sua facilità d’uso. I dispositivi Google Home hanno fatto invece il loro ingresso nelle case degli italiani con qualche mese di anticipo rispetto ad Alexa. Negli anni, i device si sono differenziati con modelli per tutte le tasche e per tutte le funzionalità. Attualmente gli smart speaker di Google sono Nest Mini, Google Home, Nest Hub e Google Home Mini, tutti con un costo che non supera i 100 euro.

Gli smart speaker di Amazon e i Google smart speaker sono pressoché equiparabili. Infinite le integrazioni disponibili sia nel Google Home smart speaker sia negli Amazon Echo.

Amazon Echo e Alexa, l’assistente vocale di Amazon: come funziona

Amazon Echo, conosciuto anche solo come Echo, è un marchio di altoparlanti intelligenti sviluppato dal colosso dell’e-commerce Amazon.

I device Echo si connettono al personal assistant chiamato Amazon Alexa, attivabile con la parola “Alexa”. I dispositivi Echo possono interagire con la voce del proprietario, riconoscendola e adattandosi, riprodurre musica, audiolibri o podcast, fornire informazioni sul traffico o sulle notizie del giorno. In ultimo, e non per importanza, i dispositivi Echo sono in grado di controllare tutti gli smart home device presenti in casa, diventando dei veri e propri hub di domotica.

Google Home: come funziona e cosa cambia tra i vari modelli

Gli smart speaker targati Google sono, come quelli di Amazon, economici e di ottima qualità. Cosa cambia tra i vari modelli? Non molto. Tra Google Home e Google Home Mini le differenze sono per lo più estetiche o di qualità audio, ma non sostanziali.

I device Google Home si connettono all’assistente personale di Google, attivabile con la frase “Ok Google”. Come già descritto per Amazon, i dispositivi possono interagire con la voce del proprietario, riprodurre musica e altri file audio, fornire informazioni sul traffico e così via. Google Home funziona da vero e proprio controller di domotica: gestendo a tutto tondo gli elettrodomestici e le prese smart di corrente presenti in casa.

Cosa si può fare con uno smart speaker?

Gli smart speaker sono una rivoluzione alla portata di tutti. Ecco alcune azioni che è possibile compiere grazie a loro.
 

  • Inviare e ricevere chiamate e messaggi SMS
  • Riprodurre i propri brani musicali preferiti
  • Accendere le luci di una stanza o regolare l’intensità di una singola lampadina
  • Creare automazioni: per esempio, ogni mattina è possibile programmare la sveglia e, a seguire, farsi dire il meteo del giorno e le notizie più aggiornate
  • Gestire elettrodomestici smart connessi alla rete di casa
  • Comunicare con lo smart speaker, a distanza, il proprio imminente arrivo a casa (e il conseguente avvio di azioni e dispositivi da noi impostati: come il condizionatore o il riscaldamento)
  • Fare acquisti in rete
  • Personalizzare l’esperienza d’uso di Alexa dell’assistente di Google per ogni familiare
  • Organizzare la lista della spesa e compilare elenchi di cose da fare
  • Comunicare con gli smart speaker a distanza, non solo tramite l’app ma anche con il comando vocale: funzione utilissima per chi è alla guida e non può distrarsi con lo smartphone
  • Cercare aggiornamenti e novità: chiedere il meteo, il traffico, un itinerario stradale, prendere appunti

Qualsiasi sia il device scelto, quel che è certo è che rende la nostra vita più confortevole e che, abbinato ad una tariffa conveniente e ad un sistema domotico, ci aiuterà persino a risparmiare sui costi in bolletta.

Consulta subito le offerte luce Acea Energia per iniziare a risparmiare.

chiudi
Entra in MyAcea

Gestisci in totale autonomia il tuo contratto dall’area clienti

Attiva
la Bolletta Web

Paga
una fattura

Comunica
l'autolettura

Sottoscrivi
un nuovo contratto

 

Non sei registrato a MyAcea?

Crea adesso il tuo account.
Ci vorranno solo pochi minuti.

Registrati