Confronta tariffe luce e gas: come trovare la migliore offerta e risparmiare

Mercato libero o maggior tutela? Ormai da alcuni anni si parla spesso di questo tema, eppure per molti è un argomento ancora poco chiaro. Proviamo allora a fare chiarezza per non lasciare spazio a dubbi su quale sia esattamente la differenza tra mercato libero e maggior tutela.

Come è noto, l'unica strada per essere certi di prendere una decisione giusta quando ci si trova di fronte a diverse opzioni di scelta, è quella di informarsi il più possibile sulle varie alternative, in modo da ridurre la possibilità di commettere errori. Proprio per questo motivo, con questa guida cercheremo di guidarti nella scelta tra mercato libero e tutelato, partendo da una spiegazione chiara e con parole semplici della differenza tra l'uno e l'altro. E non ci fermeremo qui: metteremo in luce anche i vantaggi di uno e dell'altro sistema, e infine spiegheremo le caratteristiche delle offerte per il mercato libero di Acea Energia.

Qual è la migliore tariffa luce e gas?    

Se ti stai chiedendo quale sia la migliore tariffa luce e gas, la risposta è scontata: quella più adatta alle abitudini di consumo tue e della tua famiglia. Non esiste, infatti, una tariffa migliore in assoluto. Ogni nucleo familiare ha le proprie esigenze e le proprie abitudini di consumo, stabilite dal numero dei componenti e dai loro singoli stili di vita. È per questo che, specialmente per la componente gas, è fondamentale individuare correttamente le nostre necessità prima di procedere al confronto tariffe luce e gas. Il risultato finale sarà così doppio: risparmiare sulla bolletta a fine mese, consumando meno e meglio.

Offerta luce, gas o dual: qual è la migliore?    

Molti fornitori energetici propongono delle tariffe speciali per gli utenti che decidono di affidare loro entrambe le utenze. A parità di consumi, quindi, sono previste delle piccole agevolazioni per chi sottoscrive un’offerta dual, che prevede sia luce che gas con lo stesso gestore. Questo tipo di opzione spesso è più conveniente, ma non bisogna effettuare una scelta affrettata, prediligendo solo i numeri più bassi. Come nel caso delle tariffe solo gas e solo luce, bisogna innanzitutto analizzare le proprie abitudini di consumo.

Miglior tariffa luce e gas per la famiglia

Confronta tariffe gas e luce: la componente gas è quella che può influire di più

A differenza della componente luce, il cui consumo può derivare dal tipo e dalla quantità di elettrodomestici presenti in casa (e, ovviamente, dal loro utilizzo), la componente gas può fare la differenza in base ai diversi impieghi previsti nella nostra abitazione. È quindi necessario determinare la tipologia d’uso della utenza. I tre casi d’uso principali per le utenze domestiche gas, residenti e non, sono:

  • Uso cottura cibi
  • Produzione di acqua calda sanitaria
  • Riscaldamento

Anche il comune di residenza può influire notevolmente sull’offerta gas. L’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) ha stabilito sei ambiti tariffari che prendono in considerazione le spese per il trasporto nelle varie regioni. Quindi la propria zona di residenza influisce sui costi di trasporto del gas metano.

  • Ambito nord occidentale (Valle d'Aosta, Piemonte e Liguria)
  • Ambito nord orientale (Lombardia, Trentino-Alto Adige, Veneto, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna)
  • Ambito centrale (Toscana, Umbria e Marche)
  • Ambito centro-sud orientale (Abruzzo, Molise, Puglia e Basilicata)
  • Ambito centro-sud occidentale (Lazio e Campania)
  • Ambito meridionale (Calabria e Sicilia).
  • Inoltre, anche la superficie della casa, il tipo di caldaia, la sua efficienza energetica e l’isolamento termico della casa determinano una variazione del prezzo finale.

Confronta gas e luce: i tre piani tariffari che incidono sulla bolletta

Per consentire di scegliere la migliore tariffa gas e luce in base alle proprie esigenze, i gestori offrono spesso tre diversi tipi di piano tariffario:

  • Prezzo bloccato;
  • Prezzo indicizzato;
  • Prezzo flat.

Prezzo bloccato

Quella a prezzo bloccato è la tariffa che, come dice il nome, permette di proteggersi dalle variazioni del prezzo della materia gas metano. Il costo è bloccato per l’intera durata del contratto.

Prezzo indicizzato

Il piano tariffario a prezzo indicizzato è l’opzione in cui il prezzo cambia automaticamente in base alle variazioni dell’indice di riferimento. Nel contratto, insieme all’indicazione del prezzo, deve essere indicata la frequenza delle variazioni. In sostanza, con questa opzione si può pagare di meno, ma anche di più.

Prezzo flat

La tariffa a prezzo flat è l’opzione “tutto incluso”. Al di là del consumo effettivo, infatti, l’offerta stabilisce un costo fisso della componente energetica. In questo modo la bolletta è al sicuro da sorprese.

donna confronta tariffe luce e gas a casa

Confronta luce e gas: cosa determina il prezzo della bolletta luce

Anche l’energia elettrica, però, ha diverse variabili di cui tenere conto. Per confrontare le tariffe luce tieni in considerazione:

  • Tipologia di cliente
  • Consumo annuo
  • Potenza impiegata
  • Conteggio monorario/biorario/a fasce

Tipologia di cliente

A differenza del gas, le tariffe luce possono essere influenzate dal tipo di contratto. Un’utenza residente è di solito più economica di un’utenza non residente. La residenza è, secondo il Codice Civile, “il luogo in cui la persona ha la dimora abituale” e, di solito, corrisponde alla prima casa.

Consumo annuale

Anche il consumo annuo di energia elettrica rappresenta una delle variabili da non trascurare quando si cercano le migliori tariffe luce e gas. Questo dato è espresso in Kwh e indica la quantità effettiva di luce consumata.
Definire il consumo annuale medio è molto importante per scoprire, pur indicativamente, il costo della bolletta finale. A stabilire il costo della luce nel mercato libero sono i singoli gestori. Nella maggior tutela, invece, il costo è fissato ogni tre mesi dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambienti (ARERA). 

Potenza del contatore

La potenza del contatore è una variabile non meno importante. La potenza impiegata, rintracciabile sulle vecchie bollette, indica il dispendio energetico massimo del contatore. Un’utenza domestica si attesta di norma intorno ai 3 kW.

Tariffa luce monoraria, bioraria o a fasce 

Tracciare le abitudini di consumo è determinante al fine di assumere una scelta consapevole. La tariffa bioraria e quella a fasce, per esempio, incarnano la scelta perfetta per chi ha orari d’ufficio e rientra in casa, per avviare lavastoviglie e lavatrice, solo in orari serali o nei giorni festivi. Viceversa, la tariffa monoraria non prevede differenze di prezzo a seconda dell’orario.

Se sei arrivato fin qui, il dado è tratto: confronta tariffe luce e gas e inizia a risparmiare sulle bollette. L’operazione da fare non è complicata, se hai valutato correttamente le tue abitudini. Con Acea Energia puoi trovare un gestore affidabile, chiaro e trasparente. Tra le nostre offerte Luce e Gas non ti sarà difficile individuare quella più adatta alle tue esigenze. 
Scopri gli imperdibili vantaggi delle offerte Luce e Gas di Acea Energia e scegli la migliore tariffa per la tua casa.

 

chiudi
Entra in MyAcea

Gestisci in totale autonomia il tuo contratto dall’area clienti

Attiva
la Bolletta Web

Paga
una fattura

Comunica
l'autolettura

Sottoscrivi
un nuovo contratto

 

Non sei registrato a MyAcea?

Crea adesso il tuo account.
Ci vorranno solo pochi minuti.

Registrati