Robot da cucina:
come scegliere quello giusto

I robot da cucina si rivelano preziosi alleati sia per chi ha poco tempo per cimentarsi ai fornelli, sia per gli appassionati del genere. Considerati in passato come una sciccheria per facoltosi, oggi questi elettrodomestici sono perfetti per le esigenze di tutti. Dalle famiglie numerose ai single, dai giovani ai meno giovani, tutti possono migliorare le proprie abilità culinarie servendosi di robot, impastatrici e planetarie. Vediamo quali sono le caratteristiche da prediligere nella scelta e come usare al meglio questi apparecchi senza aumentare i costi in bolletta.

Robot per cucinare: cos’è e a cosa serve

I robot da cucina sono elettrodomestici che permettono di automatizzare e velocizzare le preparazioni. Pensati per facilitare le attività quotidiane, consentono di preparare piatti semplici e più complessi, sia dolci che salati. Un robot che cucina non è soltanto un alleato di chi si accinge a mettere un piatto in tavola, ma un autentico sostituto.

Un robot da cucina è quindi un dispositivo pensato per semplificare le attività domestiche quotidiane. Planetarie e impastatrici sono soltanto due esempi e, in quanto capaci anche di impastare e cucinare, sono anche i più evoluti. Più in generale, infatti, questi elettrodomestici sono pensati per affettare, tritare, frullare, spremere o centrifugare alimenti. Di solito si parla di robot da cucina multifunzione, proprio per la particolare conformazione. Il robot è composto da un’unità di base alla quale si possono abbinare diversi accessori in dotazione, ognuno predisposto per svolgere una funzione.

Non tutti i robot sono uguali. Quando si parla di un robot che cucina, ad esempio, ci si riferisce ai cosiddetti chef robot. Questi apparecchi dispongono di un food processor integrato e dedicato, in maniera specifica, alla cottura dei cibi. Un robot da cucina che cuoce è particolarmente apprezzato per la cottura a vapore, ma è perfettamente in grado di cucinare anche altre pietanze. Dal riso alla pasta, dalle verdure alle zuppe, vediamo allora come individuare il miglior robot da cucina in base alle proprie necessità.

Come scegliere il robot da cucina

Come funziona un robot da cucina

Come intuito finora, un robot da cucina è un elettrodomestico che abbina una serie di elettrodomestici per formarne uno unico. Un robot da cucina è formato da una base lavoro con diverse modalità di velocità e programmi, unita a uno o più contenitori. Questi ultimi, dotati di capienze diverse, servono a lavorare le singole preparazioni.

Questi robot sono un ottimo strumento per risparmiare in cucina. Spazio, potenza e funzioni di cottura sono alcune delle caratteristiche da prendere in considerazione nella scelta. In commercio esistono diversi modelli di robot, alla cui base si possono agganciare altri elementi. Tra questi si segnalano spremiagrumi, fruste, centrifughe. In questo modo il robot si può trasformare agevolmente in una planetaria. Dal modello dipende anche la possibilità di sbizzarrirsi. Quelli più evoluti, ad esempio, permettono di calibrare la velocità di funzionamento in relazione ai cibi inseriti. O, ancora, far lavorare gli strumenti collegati, come impastatrice e fruste, a velocità diverse tra di loro. Di base, invece, sono sempre previsti timer e più modalità di lavoro.

Scopri le nostre offerte 100% ECO per la tua casa


Luce e Gas 100% ECO

 

Luce da fonti rinnovabili e gas con compensazione delle emissioni di CO2.

SCOPRI DI PIÙ

Luce 100% Green

 

Energia elettrica
da fonti rinnovabili.

SCOPRI DI PIÙ

Gas 0% CO2

 

Gas con compensazione
delle emissioni di CO2.

SCOPRI DI PIÙ

Migliori robot da cucina: come scegliere?

Ma quali sono gli aspetti da considerare quando si valuta l’acquisto di un robot da cucina? Vediamo quali sono le caratteristiche principali.
 

  • Funzioni: quando si sceglie un robot da cucina bisogna prima di tutto capire di cosa si ha bisogno. Un robot da cucina 3 in 1 è uno dei modelli più evoluti, dotato quindi di frullatore e impastatrice. Se invece si hanno necessità meno articolate, può bastare il classico tritatutto comprensivo di un buon set di lame. Se invece l’obiettivo è quello di produrre pane fatto in casa o pasta, allora bisognerà affidarsi a una planetaria. Se, invece, si vuole puntare a cucinare già all’interno del contenitore, allora bisogna optare per le cosiddette Cooking Machine.
  • Potenza: per avere un robot da cucina dalle buone prestazioni bisogna prevedere una potenza tra 600 e 1000 watt. Più elevata è, maggiore risulteranno efficienza dell’apparecchio e durata.
  • Accessori: contenitori, dischi (per grattugiare o affettare), lame (per triturare o impastare). E ancora centrifuga, fruste, spremiagrumi. Il miglior robot da cucina è quello che ha il maggior numero di accessori incorporati, o che riesce ad abbinare quelli utili a chi lo acquista. Alcuni modelli dispongono di accessori già inclusi, altri possono invece essere acquistati separatamente.
  • Dimensioni: in cucina ogni centimetro deve essere sfruttato al meglio. Chi ha poco spazio deve preferire un robot da cucina dal design compatto e funzionale. Chi, invece, ha la fortuna di avere posto sui ripiani, può considerare di lasciarlo sempre in postazione e pronto all’uso.
  • Velocità: non solo le funzioni, gli accessori e la potenza. Quando si sceglie la miglior planetaria o il miglior robot da cucina non si può prescindere dalle velocità delle sue funzioni. Un buono strumento accoglie almeno quattro velocità, se non di più. Questo consente di lavorare gli impasti in modalità differenti.
  • Manutenzione e pulizia: un buon design non è solo quello che rispetta l’estetica. La progettazione di un buon elettrodomestico da cucina passa anche per la facilità della sua pulizia e della sua manutenzione. Da considerare quindi se gli accessori possono andare in lavastoviglie e verificare con attenzione il tipo di pulizia per le parti non estraibili, come per esempio il corpo principale.
  • Marca e pezzi di ricambio: infine, da non sottovalutare, la marca che si decide di acquistare. Se alcune offerte possono sembrare vantaggiose in termini economici, bisogna sempre valutare anche la qualità che si porta a casa. Delle case produttrici bisogna considerare quindi il servizio a tutto tondo: il servizio di assistenza, la facilità di reperire pezzi di ricambio, la possibilità di montare accessori compatibili e la disponibilità di accessori aggiuntivi oltre a quelli in dotazione.
  • Classe energetica: come per tutti gli elettrodomestici, anche le planetarie, le impastatrici e i robot da cucina vengono distinti per la loro classe di efficienza energetica. Se si vuole sfruttare questo utile strumento su base quotidiana o comunque frequente, è opportuno prediligere un modello ad alte prestazioni: efficiente ed economico.
Come scegliere il robot da cucina

Offerte luce e gas di Acea Energia per risparmiare sulla bolletta

Oltre alla classe energetica del robot da cucina è importante scegliere un’offerta luce adatta alle tue abitudini di consumo. Con Acea Energia puoi scegliere l’offerta più adatta a te e con luce 100% Green contribuisci in prima persona alla tutela dell’ambiente: l’energia offerta, infatti, proviene esclusivamente da fonti sostenibili.

 

 

chiudi
Entra in MyAcea

Gestisci in totale autonomia il tuo contratto dall’area clienti

Attiva
la Bolletta Web

Paga
una fattura

Comunica
l'autolettura

Sottoscrivi
un nuovo contratto

 

Non sei registrato a MyAcea?

Crea adesso il tuo account.
Ci vorranno solo pochi minuti.

Registrati