Cambiare fornitore luce e gas: come fare subentro gas e voltura luce

Cambiare fornitore di luce e gas rappresenta spesso una soluzione saggia per risparmiare sulla bolletta. Se notiamo un aumento dei costi è possibile che l’offerta e le condizioni iniziali di risparmio siano scadute. Cosa fare in questo caso? Il cambio fornitore luce e gas permette di passare ad un gestore più conveniente. A condizione di rispettare alcune regole e di conoscere bene l’argomento. Cosa si intende, ad esempio, per “subentro gas” e “voltura luce”? Vediamo insieme tutto quello che c’è da sapere prima di scegliere un nuovo fornitore.

Voltura o subentro? Ecco cosa occorre sapere prima di scegliere    

Quando si decide di cambiare fornitore di luce e gas, è inevitabile imbattersi nella terminologia tecnica, che è molto utile conoscere. Ad esempio, in assenza di un contatore, occorre effettuare un “allaccio”, a seguito del quale viene installato un contatore a cui si assegna un Codice POD identificativo della fornitura luce, o un codice PDR identificativo della fornitura gas. Se il contatore è già presente ma non ha mai funzionato, si parla invece di “prima attivazione”. Ci sono poi casi in cui occorre effettuare voltura” o “subentro. Ma cosa significa? 

Quando si fa la voltura luce e gas    

Si parla di voltura luce e gas nei casi in cui il contatore è già presente e la fornitura è già attiva, ma viene cambiato l’intestatario. La voltura è gratuita solo in caso di mortis causa. Per richiederla bisogna contattare il fornitore al quale ci si intende affidare. I dati e i documenti da fornire sono:

  • Codice fiscale
  • Documento d’identità in corso di validità
  • Titolo di possesso dell’immobile
  • Dati catastali dell’immobile
  • Codice POD (luce) o PDR (gas) associato alla fornitura da attivare

Il codice si trova in genere nella prima pagina della bolletta del vecchio intestatario. A fronte di fatture insolute, il fornitore può richiedere al nuovo cliente di presentare altri documenti, utili ad accertare la sua totale estraneità ai fatti e ad accelerare l’espletamento della procedura. Tra questi rientrano la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, la visura camerale storica aggiornata (per clienti non domestici), la dichiarazione di inizio attività e l’eventuale verbale di rilascio dell’immobile. 

Utenti effettuano subentro luce e gas

Subentro gas e luce: tutte le informazioni utili    

Il subentro gas e luce è, di fatto, una riattivazione del contatore che si effettua a seguito della cessazione di un contratto precedentemente sottoscritto: consiste nella sottoscrizione di un nuovo contratto di fornitura del gas o dell’energia elettrica.
Il cliente, una volta scelto il gestore che preferisce, deve inviare una richiesta di riattivazione al nuovo fornitore che provvede a mandare presso il domicilio del cliente un tecnico per togliere il sigillo.
I costi di subentro gas e luce variano a seconda del distributore locale e sono esplicitati nel contratto.

Per quanto riguarda i tempi, ogni fornitore deve trasmettere la richiesta al distributore entro due giorni dalla ricezione della richiesta del cliente. Il distributore ha a disposizione massimo 10 giorni lavorativi dalla data di richiesta di subentro per attivare il gas e 5 per eseguire l’attivazione della luce. In caso contrario, laddove venissero accertate cause riconducibili al fornitore, quest’ultimo è chiamato a risarcire il cliente con un indennizzo commisurato al ritardo maturato.
Il cliente, per evitare spiacevoli sorprese e far sì che l’iter avvenga nei tempi previsti, deve allegare alla sua domanda di subentro una serie di documenti:

Documenti necessari per il subentro    

  • Codice fiscale
  • Documento d’identità valido
  • Titolo di possesso dell'immobile
  • Dati catastali dell’immobile
  • Codice POD (Luce) o PDR (Gas) associato alla fornitura oppure le matricole dei contatori Luce e Gas
  • Documento di edificazione immobile (DIA/SCIA, concessione edilizia)
Utenti scelgono nuovo gestore luce e gas

Risparmiare sulla bolletta    

Come abbiamo avuto modo di vedere, il cambio di gestore luce e gas è un modo intelligente per ottimizzare le bollette dell’energia elettrica e quelle del gas. I motivi possono essere tanti: aumento delle tariffe, servizio clienti poco ricettivo, necessità di disporre dello stesso gestore per luce e gas.

Quanto tempo occorre per un cambio gestore gas o luce    

Passare da un gestore all’altro non è affatto complicato. Lo switch può avvenire sia telefonicamente che online, sia per i contratti luce che gas. Una volta individuata la tariffa più conveniente, il cliente dovrà solo attendere la nuova attivazione. Le tempistiche del cambio gestore luce e gas sono definite dall’ARERA e sono uguali per tutti i gestori. Il cliente ha la massima libertà di confrontare tariffe e scegliere quella più conveniente per le sue abitudini di consumo. 

Quando si rischia la penale?    

Ci sono penali da pagare per aver cambiato gestore di energia elettrica o gas? Indipendentemente dalla tipologia di cliente (domestico o business), i fornitori sono tenuti a rispettare alcune regole.
Il cambio di fornitura è sempre gratuito e non esistono penali quando si lascia il vecchio fornitore. Non esiste, infatti, alcun vincolo contrattuale con il fornitore di energia elettrica e gas né è prevista nessuna interruzione di corrente durante il passaggio al nuovo fornitore.

È utile sapere che nel mercato libero l’energia elettrica che arriva a domicilio non cambia: a variare è solo la società di vendita e non quella distributrice. Rispetto al cambio gestore gas, per il quale occorre fornire al subentrante il codice PDR, per il subentro luce bisogna indicare il codice POD. Il cambio gestore luce e gas è sempre gratuito nel mercato libero, che non prevede costi aggiuntivi. 

Cambiare fornitore di energia elettrica e gas per risparmiare    

Ora che le dinamiche necessarie ad effettuare il subentro gas e il cambio gestore luce sono molto più chiare, non resta che affidarsi alla comparazione e trovare la tariffa più conveniente.
Affidabile e trasparente, Acea Energia è il gestore che coniuga prezzi vantaggiosi e attenzione al cliente, garantendo risparmi in bolletta grazie alle sue offerte Luce e Gas commisurate alle diverse esigenze dei clienti. Vuoi tagliare le spese superflue? Allora scopri i vantaggi delle offerte Luce e Gas di Acea Energia e trova quella su misura per te. 

chiudi
Entra in MyAcea

Gestisci in totale autonomia il tuo contratto dall’area clienti

Attiva
la Bolletta Web

Paga
una fattura

Comunica
l'autolettura

Sottoscrivi
un nuovo contratto

 

Non sei registrato a MyAcea?

Crea adesso il tuo account.
Ci vorranno solo pochi minuti.

Registrati