Come risparmiare energia elettrica in casa con 5 azioni

Come risparmiare energia elettrica? Il rebus sembra difficile da risolvere, ma la soluzione è a portata di mano. I clienti hanno diverse necessità: vogliono assicurarsi una bolletta poco costosa e senza strane sorprese; desiderano un servizio che rispetti l’ambiente, evitando sprechi inutili e dannosi; sono alla ricerca di sconti, bonus e un servizio clienti efficiente 24 ore su 24 ore. Fare attenzione ai consumi in maniera consapevole è il primo passo per capire come risparmiare sulla bolletta. Ecco qui un elenco di 5 azioni che ci consentono di vivere in una casa più sicura, che contiene i consumi e che rispetta l’ambiente.

1) Risparmiare energia elettrica con i giusti elettrodomestici

Per risparmiare energia, occorre innanzitutto scegliere elettrodomestici di classe energetica elevata, come la classe A+, A++ o A+++. La classe energetica è indicata per legge su ogni prodotto elettrodomestico in commercio e segnala il tipo di impiego energetico dell’apparecchio. Il risparmio tra due classi energetiche (per esempio: A e B) può essere notevole e influenzare non di poco la bolletta che ci viene recapitata ogni due mesi. Se si deve cambiare elettrodomestico, o se in casa abbiamo apparecchi molto vecchi, allora è giunto il momento di considerare l’acquisto di una classe energetica vantaggiosa, che risparmi energia e aiuti ambiente e portafogli.

 

Come risparmiare energia elettrica

 

2) Uno dei più importanti comportamenti per risparmiare energia? Non lasciare gli elettrodomestici in standby

Questo è forse il trucco meno conosciuto e meno messo in pratica. Quasi tutti gli elettrodomestici di casa, quando sono spenti, entrano nella modalità standby. Che significa? Che non sono accesi e operativi, ma comunque restano pronti all’uso. Il monitor del computer quando non è in funzione rimane con la lucina rossa in attesa di tornare attivo. Il televisore, le console di gioco, il condizionatore, la radio… La lista è lunghissima.

Quando sono spenti quasi tutti i dispositivi entrano infatti in modalità standby, cioè in modalità risparmio energetico. Questo status è rappresentato da una lucina accesa, che solitamente è rossa.

Lasciare gli apparecchi elettronici in standby, invece di disconnetterli, è un costo che grava sulla nostra bolletta. Allora, come risparmiare sulla luce? Innanzitutto staccando la spina degli elettrodomestici che non ci occorrono. È inutile tenere il condizionatore attaccato alla presa anche in inverno e anche il monitor, il televisore o la lavatrice possono essere staccati se restiamo fuori casa per qualche giorno. A patto che l’impianto elettrico dell’edificio sia a norma di legge.

3) Come risparmiare sulle bollette calcolando il consumo effettivo degli elettrodomestici

Ebbene sì, è possibile misurare precisamente il consumo elettrico di ogni elettrodomestico che abbiamo in casa grazie a un piccolo strumento, chiamato misuratore di consumo elettrico. Questo apparecchio è facilmente reperibile online a poco prezzo, ma anche nei ferramenta, nei negozi per elettricisti o nelle catene di bricolage. Il costo si aggira tra i 25 e i 50 euro. Per farlo funzionare è sufficiente attaccarlo tra la presa elettrica e la spina dell’elettrodomestico. In tutta sicurezza, lo strumento riesce quindi a capire quanta elettricità è consumata dall’apparecchio elettrico a lui collegato. Questo ci aiuta a decifrare il consumo effettivo in casa e se abbiamo apparecchi che disperdono corrente o consumano troppo. In parole povere: ci fa risparmiare.

Alcuni tra i più moderni misuratori, inoltre, misurano anche i consumi economici oltre alla potenza elettrica. Basta settarli con le tariffe energetiche che ci interessano e visualizzare la stima di consumo in euro.

Quella di ricorrere al misuratore di consumo energetico è una scelta consigliabile se si è entrati da poco in una nuova casa, si è in affitto e si vuole controllare quanto consumino gli elettrodomestici che ci ha dato in dotazione il padrone di casa. Oppure, per monitorare una vecchia lavatrice e capire così se sia davvero il caso di cambiarla. O ancora, ci sono apparecchi elettrodomestici che devono essere collegati sempre o molto a lungo, come il frigorifero, il freezer, il pozzetto, ma anche la pentola slow cooker o la macchina per il caffè. Quanto incidono questi consumi sulla bolletta finale? Un misuratore elettrico per ogni apparecchio permette di risparmiare luce e di dire addio alle sorprese.

 

Come risparmiare energia elettrica

 

4) Risparmio garantito scegliendo la tariffa più adatta alle proprie esigenze

Anche la scelta della tariffa monoraria, bioraria, a fasce ci aiuta a risparmiare, e non poco, sulla bolletta. Che significa tariffa monoraria, bioraria o a fasce?

  • La tariffa monoraria è quella per cui il costo della componente energia è sempre lo stesso. Paghiamo in base al consumo, sì, ma il prezzo della materia prima non varia in base all’orario. È perfetto per quelle famiglie che sono spesso in casa anche in orario di ufficio e nei weekend e per cui sarebbe un problema non poter avviare un ciclo di lavastoviglie dopo pranzo.
  • La tariffa bioraria e a fasce, invece, sono quelle per cui il costo della componente energia è leggermente inferiore di sera e durante il weekend. Avviare un carico di lavatrice di sera costa di meno che farlo a metà mattinata. Queste due tariffe agevolano in particolar modo i lavoratori che non sono a casa durante le ore centrali della giornata e che possono sfruttare il risparmio energetico di sera o nel weekend.

5) Scegliere un’utenza a basso costo e cambiare gestore

L’ultimo consiglio è anche il più importante. È vero, risparmiare energia è un atto doveroso non solo nei confronti delle nostre finanze, ma anche verso l’ambiente e il pianeta. Consumare di meno, e meglio, è in generale un’abitudine corretta. Però non possiamo negare che quello che più ci tranquillizza è trovare, a fine mese, una bolletta senza sorprese.

Se ti stai ancora domandando come risparmiare sulle bollette, trova la soluzione che fa per te consultando le offerte Luce e Gas di Acea Energia. Con Acea Energia avrai al tuo servizio un gestore affidabile e trasparente che, attraverso le sue offerte Luce e Gas, garantisce imperdibili vantaggi e ti permette di risparmiare sul costo della bolletta.

Scopri le nostre offerte 100% ECO per la tua casa


Luce e Gas 100% ECO

 

Luce da fonti rinnovabili e gas con compensazione delle emissioni di CO2.

SCOPRI DI PIÙ

Luce 100% Green

 

Energia elettrica
da fonti rinnovabili.

SCOPRI DI PIÙ

Gas 0% CO2

 

Gas con compensazione
delle emissioni di CO2.

SCOPRI DI PIÙ
chiudi
Scopri MyAcea Energia

L’area in cui puoi gestire in completa autonomia le tue forniture Luce e Gas

Comunica
l'autolettura

Controlla
i tuoi consumi

Attiva
la domiciliazione

Scegli
Bolletta web

 

Sei già cliente Acea Energia?

Accedi subito alla
tua area riservata

Accedi