Quanto costa il gas metano
al metro cubo

Il costo del gas metano dipende innanzitutto dal mercato che si sta considerando: nel servizio di tutela è fissato dall’ Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambienti (ARERA) e varia ogni trimestre, mentre nel mercato libero è stabilito dai singoli fornitori. 

Il prezzo del gas metano influisce sul costo della bolletta, che  viene calcolata in base al consumo di standard metri cubi (Smc).  Lo standard metro cubo esprime la quantità di gas contenuta in un metro cubo a condizioni standard di temperatura (15 C°) e pressione (1.013,25 millibar, cioè la pressione atmosferica). Si utilizza lo standard metro cubo per far sì che, nonostante il costo dei metri cubi di gas sia differente da regione a regione (come vedremo in seguito), in bolletta il costo per gli utenti finali risulti uguale. L’adozione dello standard metro cubo si rende necessaria proprio per bilanciare temperature e pressioni diverse per ogni singola regione.

Come si calcola, dunque, il costo del gas metano? E come risparmiare sulla bolletta? Facciamo chiarezza insieme su questi punti. 

Costo metano

Prezzo del gas metano

Come anticipato, il costo gas metano a metro cubo è stabilito, per il servizio tutelato, da ARERA, che ogni trimestre modifica le tariffe in base all’andamento delle quotazioni del gas.

Negli ultimi cinque trimestri il prezzo del gas metano è stato modificato come segue:

     II Trimestre 2021           III Trimestre 2021           IV Trimestre 2021           I Trimestre 2022           II Trimestre 2022     
     0,197884 €/Smc           0,285805 €/ Smc       0,285805 €/ Smc       0,879436 €/ Smc       0,859570 €/ Smc

 

Il costo del gas metano però non è l’unico aspetto da considerare per capire quanto si pagherà in bolletta: vediamo nel dettaglio da quali voci è composta la bolletta del gas, in modo da avere un quadro chiaro delle proprie spese.

Le voci di costo della bolletta del gas metano sono:

  • Spesa per la materia gas naturale, che comprende le voci relative all’approvvigionamento all’ingrosso della materia prima e per tutte le attività connesse, la commercializzazione al dettaglio e gli oneri aggiuntivi. 
  • Spesa per il trasporto e la gestione del contatore, comprendente i costi di trasmissione, trasporto, distribuzione e misura. 
  • Oneri di sistema, ovvero i corrispettivi destinati alla copertura di costi relativi ad attività di interesse generale per il sistema gas che vengono pagati da tutti i clienti finali del servizio gas.

Imposte:

  • accise, ovvero l'imposta applicata alla quantità di energia consumata;
  • addizionale regionale (fatta eccezione per le Regioni a statuto speciale e la Lombardia)
  • IVA, ossia Imposta sul Valore Aggiunto che si applica sull'importo totale della bolletta.

A variare da un’offerta all’altra è il costo del gas a metro cubo, insieme ai costi di commercializzazione e vendita e le altre voci di costo sopra indicate, mentre i costi relativi a spesa per il trasporto e gestione del contatore e oneri di sistema sono uguali per tutti i fornitori e vengono stabiliti dall’ARERA.

Il costo della bolletta del gas metano varia quindi in base ai seguenti fattori:

- Volume dei consumi e zona geografica: rispetto alle quantità di Smc consumati e alla zona geografica in cui è attiva la fornitura, variano i costi relativi alla spesa per il trasporto e gestione del contatore e agli oneri di sistema.

Per conoscere il valore di questi oneri, stabiliti dall’Autorità, sono stati individuati sei scaglioni di consumo:

  • 1° scaglione: 0 – 120 Smc
  • 2° scaglione: 121 – 480 Smc
  • 3° scaglione: 481 – 1560 Smc
  • 4° scaglione: 1560 – 5.000 Smc
  • 5° scaglione: 5.001 – 80.000 Smc
  • 6° scaglione: 80.001 – 200.000 Smc

ed è stata suddivisa l’Italia in sette ambiti tariffari:

  • Ambito nord occidentale, che comprende Valle d’Aosta, Piemonte e Liguria
  • Ambito nord orientale: Lombardia, Trentino-Alto Adige, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Emilia Romagna
  • Ambito centrale: Toscana, Umbria, Marche
  • Ambito centro-sud orientale: Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata
  • Ambito centro-sud occidentale: Lazio, Campania
  • Ambito meridionale: Calabria, Sicilia
  • Ambito Sardegna, comprendente la sola regione Sardegna

- Coefficiente C (coefficiente di adeguamento altimetrico-climatico): il consumo del gas può essere influenzato sia dalle condizioni climatiche che dalla pressione esterna. Conseguentemente, la quantità di gas presente in un metro cubo è differente a seconda della posizione geografica o del periodo dell’anno. Per questo motivo è stato introdotto il coefficiente C che consente di convertire il consumo misurato dal contatore, espresso in metri cubi, nell’unità di misura utilizzata per la fatturazione, ossia in Standard metri cubi (Smc). Grazie a questo coefficiente, al cliente vengono fatturati in bolletta i volumi di gas effettivamente consumati.
È importante infine ricordare che il coefficiente C non dipende dal fornitore con cui si è attivata la fornitura di gas.

Costo del gas metano in casa

Il costo del gas naturale ad uso domestico si ottiene, come anticipato, partendo dal prezzo della materia prima gas a smc (adeguato al PCS – Potere Calorifico Superiore) e moltiplicandolo per il consumo in smc: in questo modo il gas ha lo stesso costo per tutti, indipendentemente dalle diverse aree geografiche di prelievo.

Costo del gas metano e risparmio in bolletta: alcuni consigli

Come far fronte all’aumento dei prezzi dell’ultimo periodo?
Ci sono alcuni semplici trucchi che ci permettono di ridurre il costo della bolletta del gas e contenere gli sprechi: vediamoli insieme.

  1. Mantenere una temperatura costante
    Uno dei primi consigli da seguire è quello di mantenere una temperatura costante e non eccessivamente elevata. Per mantenere gli ambienti confortevoli, basta mantenere una temperatura non superiore ai 22°C (ma anche 20°C sono già un’ottima scelta).
  2. Prediligere le caldaie a condensazione
    Le caldaie a condensazione  sono una soluzione più efficiente e rispettosa dell’ambiente. Grazie ai loro indiscussi vantaggi, la loro installazione è inclusa nei diversi incentivi statali volti a migliorare l’efficientamento energetico degli edifici.
  3. Evitare la dispersione del calore
    Garantire l’isolamento termico di porte e finestre  è il primo passo per eliminare la dispersione di calore. Chi può, consideri di investire nella sostituzione dei vetri tradizionali con doppi o tripli vetri, mentre per le porte attenzione a guarnizioni o infissi deteriorati. Al contempo, per evitare fastidiose condense, è bene aerare i locali domestici prima di accendere i riscaldamenti.
Costo metano

Scegliere le offerte gas metano per la tua casa

Nel mercato libero puoi scegliere l’offerta gas metano che più si adatta alle tue abitudini di consumo e al tempo stesso sceglierne una che ti consenta di dare il tuo contributo concreto a favore dell’ambiente. 

Acea Energia con le sue offerte gas nel mercato libero mette al primo posto te e l’ambiente ed è per questo che sono sostenibili. Con le offerte Gas 0%CO2 vengono compensate le emissioni di CO2 prodotte tramite l’acquisto di crediti di carbonio certificati (VER: Verified Emission Reduction) che ci permettono di azzerare la quantità di anidride carbonica emessa.

27 giugno 2022

 

 

chiudi
Scopri MyAcea Energia

L’area in cui puoi gestire in completa autonomia le tue forniture Luce e Gas

Comunica
l'autolettura

Controlla
i tuoi consumi

Attiva
la domiciliazione

Scegli
Bolletta web

 

Sei già cliente Acea Energia?

Accedi subito alla
tua area riservata

Accedi