Quanto consuma il televisore?

La tv è ormai un elemento indispensabile in tutte le case degli italiani e durante il lockdown nel 2020, secondo alcune stime, la televisione avrebbe registrato una crescita dei consumi di almeno il 19% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Ma quanta elettricità consuma un televisore? I suoi consumi dipendono dalla tipologia scelta. In questa guida proviamo a capire come si calcolano i consumi orari di una tv e come ottimizzare il suo utilizzo risparmiando così sulla bolletta elettrica.

Consumo energetico televisore

Quanto consuma un televisore? E quanto consuma un televisore acceso tutto il giorno? Sono le domande che ci siamo fatti tutti almeno una volta nella vita. Insieme a frigorifero e congelatore che non riposano mai, la tv è infatti uno degli elettrodomestici più usati quotidianamente quindi può arrivare a consumare molta energia, soprattutto se accesa per tante ore al giorno come spesso capita. Per sapere quanta corrente consuma un televisore è necessario tenere conto di alcuni fattori:

  • il tipo di utilizzo (quante ore la usi?);
  • il modello e il grado di efficienza energetica;
  • il costo del kWh del tuo fornitore;
  • la grandezza e la luminosità dello schermo.

Per sapere esattamente quanti watt consuma un televisore, possiamo munirci di un Wattmetro, un rilevatore di energia che una volta collegato alla spina del televisore ci dirà con precisione la quantità di corrente che l’elettrodomestico sta assorbendo in quel momento.

Quanto consuma un televisore a Led

Una televisione a LED appartenente a una classe energetica elevata, ad esempio classe A, con uno schermo da 32 pollici consuma in media 0,065 kW l’ora. Se consideriamo che una famiglia tipo italiana guarda la tv all’incirca per 4 ore al giorno, il consumo medio del televisore sarà di circa 8 kW al mese, che all’anno diventeranno 94 kW. Se poi immaginiamo che la famiglia in questione lascia sempre la tv in stand-by senza spegnerla, allora i consumi cresceranno ulteriormente fino ad arrivare a 97 kW.  In pochi lo sanno ma il consumo della spia del televisore (la classica lucina rossa accesa), che ammonta a 26 kW all’anno, fa lievitare ulteriormente i consumi in bolletta con un impatto del 10-15%.
Ma le tv di ultima generazione sono in grado di assorbire meno energia: a parità di modello, una televisione di classe A consumerà almeno la metà in meno rispetto ad un televisore dalla classe D in giù. Più alta sarà la classe energetica minori saranno i consumi; a fronte di un investimento iniziale più elevato infatti, il risparmio sul lungo periodo è considerevole.

Quanto consuma il televisore

Quanti watt consuma un televisore a tubo catodico

Le vecchie tv con schermo CRT ormai cadute in disuso per fare posto a quelle più odierne più evolute consumavano in funzione tra i 100 e i 170 w* all’ora e in stand-by 9 watt.
I vecchi televisori a tubo catodico, quindi, consumavano circa il doppio dell'elettricità rispetto ai televisori LED e LCD più recenti ed efficienti.

Consumo televisore al plasma

Discorso a parte per i televisori al Plasma, ormai superati e nati prima dei modelli a LED. Antesignani delle tv moderne ultrapiatte, digitali e dal design elegante, per alcuni anni furono considerate le uniche televisioni a schermo piatto. Oggi con l’evolversi della tecnologia e l’arrivo sul mercato di apparecchi sempre più performanti, smart e a basso consumo, le tv al plasma sono quasi state dismesse. I motivi? Più di uno, come ad esempio il peso e l’elevato consumo energetico: una tv al plasma di circa 42 pollici assorbe tra i 250 e i 300 w all’ora**.

Scopri le nostre offerte 100% ECO per la tua casa


Luce e Gas 100% ECO


Energia elettrica da fonti rinnovabili come attestato da garanzia d'origine e gas con compensazione delle emissioni di CO2.

SCOPRI DI PIÙ

Luce 100% Green


Energia elettrica da fonti rinnovabili come attestato da garanzia d'origine da fonti rinnovabili.

SCOPRI DI PIÙ

Gas 0% CO2


Gas con compensazione
delle emissioni di CO2.


SCOPRI DI PIÙ

Come risparmiare energia con una Tv in casa

Seppur minimi i consumi di un televisore incidono sulla bolletta. La tv infatti consuma anche in stand-by, un dispendio di circa 1 watt l’ora che in molti tendono a sottovalutare In questo caso staccare la spina, oppure collegare la tv ad una multipresa e spengere l’interruttore, può essere un buon comportamento da adottare per contenere il costo della bolletta elettrica; azzerare i consumi in stand-by può generare un risparmio annuo di 325 kWh.
Per rimanere in linea con gli obiettivi fissati dall’ UE in termini di efficienza energetica e sostenibilità ambientale, anche l’Italia si è impegnata a puntare su modelli sempre più efficienti dal punto di vista energetico. Ciò non toglie che rimangano utili alcuni accorgimenti che aiutano a risparmiare energia elettrica e contenere ulteriormente i costi. Eccone alcuni:

  • Prima di acquistare un televisore controlla l’etichetta energetica e opta per i modelli appartenenti alla classe A: i modelli di classe bassa sono infatti meno efficienti e consumano di più. L’etichetta è un ottimo bigliettino da visita perché contiene tutti i dati tecnici e il consumo annuale medio della TV, utili per farci un’idea di massima sui consumi.
  • Meglio scegliere schermi a LED: quelli nuovi dotati di retroilluminazione ti consentiranno di risparmiare il 25% di energia rispetto ai più classici schermi LCD e il 40% in confronto con i vecchi televisori al plasma.
  • Usa se presente la modalità Eco, che permette un maggiore risparmio energetico seppur in parte a discapito della qualità delle immagini: si tratta di un pulsante per ridurre la luminosità dello schermo del 20%.
  • Prima di andare a dormire, ricordati di impostare il timer per attivare lo spegnimento automatico e non lasciare la TV accesa durante la notte.
  • Come già accennato in precedenza evita la modalità standby staccando la spina o spengendo l’interruttore della multipresa: fai bene all’ambiente riducendo le emissioni di gas serra e riduci gli sprechi con un notevole risparmio economico.
  • Regola al minimo il livello di brillantezza dello schermo, per farlo l’ideale è abbassare l’illuminazione della stanza in cui guardi la tv.
  • Opta per modelli intelligenti con elettrodomestici sempre più smart. Esistono ad esempio delle tv dotate di sensori ottici capaci di spegnere l’apparecchio quando si accorgono che nella stanza non c’è nessuno.

Dopo aver capito quanta energia consuma un televisore non resta che fare l’ultimo step e scegliere un’offerta capace di soddisfare le tue esigenze senza rinunciare al comfort di una tv performante come le offerte luce 100% Green di Acea Energia con energia elettrica attestata da "Garanzia d’Origine" ossia dalla certificazione elettronica che attesta l’origine rinnovabile delle fonti utilizzate, per un futuro più sostenibile.

Quanto consuma il televisore

NOTE

* Tecnologia di Gelson Luz | Quanta elettricità consuma una TV

** Consulente Energia | Quanto consumano computer, televisore, decoder, etc.

18 ottobre 2022

 

 

chiudi
Scopri MyAcea Energia

L’area in cui puoi gestire in completa autonomia le tue forniture Luce e Gas

Comunica
l'autolettura

Controlla
i tuoi consumi

Attiva
la domiciliazione

Scegli
Bolletta web

 

Sei già cliente Acea Energia?

Accedi subito alla
tua area riservata

Accedi